Richiedi un consulto!

Pelle, sole e abbronzatura: come restare belli a lungo

liposuzione-senza-bisturi

Pelle e abbronzatura: Ah! Abbronzatissima sotto i raggi del sole…. Il sole, chi non ama prenderlo?! Con l’estate e l’ormai rituale tintarella, che noi italiani amiamo molto, torna il pericolo delle malattie della pelle, in particolare il melanoma, tumore maligno. Oltre il punto di vista patologico, il sole preso in maniera smisurata favorisce il processo di invecchiamento.

Invecchiamento pelle da sole: l’invecchiamento avviene come conseguenza di due fattori: Il crono-invecchiamento, causato dall’inesorabile scorrere del tempo, su cui non possiamo ancora intervenire, favorito da fattori genetici, metabolici e ormonali. E il foto-invecchiamento causato dall’esposizione ai raggi solari, su di esso possiamo intervenire in diversi modi. Gli elementi che favoriscono il foto-invecchiamento sono; il tempo di esposizione, la latitudine e l’assenza di foto-protezione. Come tutti dovremmo sapere, è assolutamente sconsigliato prendere il sole nelle ore di punta 12-15, indossare una protezione alta è ormai doveroso per evitare sia l’invecchiamento ma soprattutto la comparsa di tumori delle pelle.

I nostri nemici sono i raggi ultravioletti: UVC, vengono filtrati dall’atmosfera, non sono quindi per noi un problema, UVA penetrano fino al derma e UVB, raggiungono solo gli strati superficiali della pelle, scaricano tutta la loro energia sull’epidermide ed in particolare sul DNA.

I raggi Uva non determinano scottatura ma a lungo andare provocano degenerazione del collagene e delle fibre elastiche soprattutto a livello del derma superficiale causando alla pelle perdita di elasticità e compattezza.

Non è una novità, i raggi solari sono in grado di produrre radicali liberi, i quali vanno a danneggiare le funzioni cellulari, causando anche un’alterazione del collagene e delle fibre elastiche, causa di invecchiamento precoce.

Pelle e sole: Cosa fare quindi con i più ostinati?

Per rallentare l’invecchiamento abbiamo a nostra disposizione diversi trattamenti in grado di promuovere il turnover cellulare, stimolare la formazione di collagene, fibre elastiche e acido ialuronico donando alla pelle turgore, elasticità, luminosità e idratazione.

Un trattamento che sicuramente può giovare per aiutare la pelle a riacquistare le caratteristiche appena elencate è la biorivitalizzazione:

La biorivitalizzazione è un trattamento che prevede l’iniezione di vitamine nel derma cutaneo, per donare idratazione e turgore alla pelle. Una volta iniettate in profondità richiamano acqua, rendendo la pelle più idratata e compatta. Il trattamento può essere eseguito sul viso, sul collo, sul decolletè e sul dorso delle mani. Nella fiala sono presenti precursori dell’acido ialuronico, vitamina A, C, E i quali stimolano la produzione di collagene attraverso lo stimolo che esercitano sui fibroblasti.

Un altro trattamento indicato per il periodo post estivo è lo SCULPTRA:

Lo Sculptra, o acido polilattico, è indicato dopo l’estate per andare a rigenerare tessuto. E’ una sostanza biocompatibile, bioriassorbibile e biodegradabile. Iniettata nel viso si pone lo scopo di restituire al volto luminosità, turgore e spessore, senza modificarne i lineamenti.
L’acido polilattico una volta iniettato nel volto va a stimolare i fibroblasti a produrre collagene, creando volume e sostegno ai tessuti molli del volto, idratando la pelle in profondità.
Si consiglia di effettuare un ciclo di 4 trattamenti, da effettuarsi a distanza di un mese l’uno dall’altro, finito il ciclo verrà fato un mantenimento di una sola seduta una volta l’anno.
Finito i ciclo la pelle risulterà più tonica, compatta e idratata, verranno ripristinati i volumi del volto, regalandoci un viso più giovane e rilassato.

Mantieni sempre bella la tua pelle, oltre i trattamenti sopra citati è importante idratarla, con una buona crema, più volte al giorno.